Lo Psicologo non può esprimersi sull’abuso sessuale sulla persona minorenne

0
2964

E’ bene precisarlo sin da subito e senza giri di parole.

Lo Psicologo (anche il Medico) nominato Consulente Tecnico per il Pubblico Ministero, Perito per il GIP o Consulente Tecnico di Parte non può esprimere pareri sull’abuso sessuale a danno della persona minorenne.

Cerco di essere ancora più chiaro.

L’unico incarico che può accettare lo Psicologo è relativo alla valutazione della capacità a rendere testimonianza del soggetto vulnerabile (minorenne o adulto) ex art. 196 c.p.p.

L’unico quesito ammissibile, dunque, è quello relativo alla valutazione della capacità a testimoniare.

Lo Psicologo che:

– durante la perizia per il GIP indaga sugli abusi sessuali sta compiendo un’attività al di fuori delle sue competenze, ma se lo facesse interverrebbe l’art. 228/3 c.p.p.
– durante la Consulenza Tecnica per il Pubblico Ministero indaga sugli abusi sessuali sta compiendo un’attività al di fuori delle sue competenze

E’ bene precisarlo, ribadirlo, evidenziarlo con determinazione:

lo Psicologo è impossibilitato a rispondere a quesiti inammissibili sulla credibilità/attendibilità delle dichiarazioni della persona minorenne perché:

1. non lo sa fare
2. non lo può fare
3. è una prerogativa del Giudice, non dell’esperto Psicologo

Altra questione: far entrare dalla finestra, ciò che non riesce ad entrare dalla porta.

Chiedere all’esperto Psicologo di rispondere ad un quesito sulla correlazione tra presunti psicotraumi e abuso sessuale significa, implicitamente, esprimersi sull’abuso sessuale, attività che non compete all’esperto Psicologo.

Mi dispiace davvero tanto se qualcuno rimarrà deluso da queste mie precisazioni, ma l’unico quesito peritale ammissibile è quello sulla capacità a rendere testimonianza.

Una persona capace a rendere testimonianza non significa che dirà la verità e una persona incapace a rendere testimonianza non significa che non dirà la verità.

Concetti complessi spiegati nella Carta di Noto e in tantissimi manuali psicoforensi.

In conclusione, quando leggiamo o sentiamo qualche Psicologo che si esprime sulla veridicità dell’abuso sessuale (utilizzando anche sinonimi quali: credibilità, attendibilità, compatibilità et similia) sta debordando dai confini della sua Professione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here