Il CNOP nel 2011 sosteneva i benefici della residenza alternata del figlio, nel 2019 sostiene il contrario

0
695

Il Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi nel 2011 così si esprimeva sull’affidamento materialmente condiviso:

…esistono diversi studi in ambito internazionale hanno indagato sul reale beneficio dell’affidamento del minore ad entrambi i genitori e in particolare delle modalità di frequentazione e dei modelli abitativi ad esso coerenti: la pariteticità delle responsabilità e la residenza alternata.

audizione_cnop_2011

Mentre nel 2019:

Il luogo prevalente di vita del minore, soprattutto in età infantile, deve essere uno ed uno solo, unico e privilegiato. L’interferenza dell’ambiente sul regolare processo di sviluppo del minore è ampiamente dimostrata dalla letteratura scientifica, al punto da influenzarne la salute.

Documento-CNOP-Pillon_Parere-II-Commissione-Giustizia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here